Torna indietro

Scuola pubblica statale a Roma discrimina gli studenti per il censo…Si scatena un putiferio

Noi, scuola pubblica paritaria, da decenni siamo “costretti a discriminare” per il censo, contra legem

Ci si indigna per la presunta discriminazione di studenti svantaggiati da parte di una scuola pubblica (statale) e non si fa una piega per l’autentica discriminazione per censo - imposta dallo Stato - di migliaia di studenti volenterosi ma non abbienti, o appartenenti a famiglie numerose, che vorrebbero iscriversi ad altre scuole pubbliche (paritarie). Nessuna libertà di scelta per studenti e famiglie nell’istruzione pubblica italiana.

Noi genitori, che paghiamo le tasse – anche per la scuola pubblica (statale) - e che magari abbiamo più di un figlio in età scolare, che lavoriamo onestamente per il loro futuro, possiamo davvero dire di poter scegliere la buona scuola pubblica (paritaria) per i nostri figli? Assolutamente …NO.

Se dobbiamo parlare di discriminazione, allora è il caso di parlarne fino in fondo.

Il pezzo di Suor Anna Monia ci aiuta a riflettere sul sistema scolastico italiano che ancora oggi si presenta non equo. Anzi, iniquo. 

LEGGI L’ARTICOLO allegato di suor Anna Monia





Istituto
Varie

Condividi questo articolo:

img11

Il Metodo Educativo

Scopri di più

img11

Gallery

Scopri di più

img11

Progetto Arte Formazione Cultura

Scopri di più

img11

Residenza Universitaria

Scopri di più


"(…)Battaglia per la libertà di scelta educativa"