Didattica & Organizzazione

La Scuola dell’Infanzia dell’Istituto Marcelline Quadronno ha come finalità quella di educare gli alunni dai 3 ai 5 anni, rendendoli protagonisti del mondo che li circonda.

Per ogni bambino o bambina, la Scuola dell’Infanzia si pone l’obiettivo di:

  • Sviluppare l’identità: significa imparare a stare bene e a sentirsi sicuri nell’affrontare nuove esperienze in un ambiente sociale allargato. Vuol dire imparare a conoscersi e a sentirsi riconosciuti come persona unica e irripetibile, ma vuol dire anche sperimentare diversi ruoli e diverse forme di identità: figlio, alunno, compagno, maschio o femmina, abitante di un territorio, appartenente a una comunità.
  • Sviluppare l’autonomia: comporta l’acquisizione della capacità di interpretare e governare il proprio corpo; partecipare alle attività nei diversi contesti; avere fiducia in sé e fidarsi degli altri; realizzare le proprie attività senza scoraggiarsi; provare piacere nel fare da sé e saper chiedere aiuto; esprimere con diversi linguaggi i sentimenti e le emozioni; esplorare la realtà e comprendere le regole di vita quotidiana; partecipare alle negoziazioni e alle decisioni motivando le proprie opinioni, le proprie scelte e i propri comportamenti; assumere atteggiamenti sempre più responsabili.
  • Sviluppare la competenza: significa imparare a riflettere sull’esperienza attraverso l’esplorazione, l’osservazione e l’esercizio al confronto; descrivere la propria esperienza e tradurla in tracce personali e condivise, rievocando, narrando e rappresentando fatti significativi; sviluppare l’attitudine a fare domande, riflettere, negoziare i significati.
  • Sviluppare il senso della cittadinanza: significa scoprire gli altri, i loro bisogni e la necessità di gestire i contrasti attraverso le regole condivise, che si definiscono attraverso le relazioni, il dialogo, l’espressione del proprio riconoscimento dei diritti e dei doveri; significa porre le fondamenta di un abito democratico, eticamente orientato, aperto al futuro e rispettoso del rapporto uomo-natura.

PIANO OPERATIVO ANNUALE

La Scuola dell’Infanzia si basa su una programmazione di tipo triennale: Natura, Cultura, Intercultura.
L’equipe educativa elabora il progetto didattico annuale, scegliendo un tema portante, attorno al quale si propone di far convergere i diversi linguaggi propri dei “campi di esperienza educativa”.
Attraverso la progettazione didattica vengono contestualizzate e concretizzate, nel Curricolo di Istituto, tutte le indicazioni provenienti dalle leggi nazionali vigenti.
La stretta collaborazione sul piano operativo e progettuale tra la Scuola dell’Infanzia e la Scuola Primaria favorisce la continuità dell’offerta formativa.

Il tempo

Il tempo disteso, nel quale è possibile per il bambino giocare, esplorare, dialogare, osservare, ascoltare, capire, crescere con sicurezza e nella tranquillità, sentirsi padrone di sé e delle attività che sperimenta e nelle quali si esercita è parte integrante della vita quotidiana scolastica.
In questo modo il bambino può scoprire e vivere il proprio tempo esistenziale senza accelerazioni e senza rallentamenti indotti dagli adulti.

Orario

Orario Attività
8.30 - 9.25 Entrata
11.50 1^ uscita prima del pranzo
13.00 2^ uscita dopo il pranzo
14.00 3^ uscita dopo la ricreazione
15.45 - 16.00 Ultima uscita

La scuola dell’infanzia sperimenta con libertà la propria organizzazione, la formazione dei gruppi, delle sezioni e le attività di intersezione a seconda delle scelte pedagogiche, dell’età, del numero dei bambini e delle risorse umane e ambientali delle quali può disporre.
Pur nell’approccio globale che caratterizza la scuola dell’infanzia, le esperienze che i bambini vanno compiendo sono riconducibili a specifici “campi di esperienza” dietro i quali vanno delineandosi i saperi disciplinari e i loro alfabeti.


I CAMPI DI ESPERIENZA E LE LORO ARTICOLAZIONI

  • Il sé e l’altro: le grandi domande, il senso morale, il vivere insieme.
  • Il corpo e il movimento: identità, autonomia, salute.
  • Immagini, suoni, colori: gestualità, arte, musica, multimedialità.
  • I discorsi e le parole: comunicazioni, lingua, cultura.
  • La conoscenza del mondo: ordine, misura, spazio, tempo, natura.

I “traguardi” rappresentano riferimenti per le insegnanti, indicano piste da percorrere, aiutano a finalizzare l’azione educativa allo sviluppo integrale dell’alunno. Per le articolazioni dei traguardi si rimanda al Curricolo di Istituto.

img11

Il Metodo Educativo

Scopri di più

img11

Gallery

Scopri di più

img11

Progetto Arte Formazione Cultura

Scopri di più

img11

Residenza Universitaria

Scopri di più

"Le nostre strutture sono completamente adeguate alla normativa di sicurezza vigente"


"(…)Battaglia per la libertà di scelta educativa"